Decreto 3 Marzo 2011 n.28
Nel caso di nuove costruzioni o di ristrutturazioni rilevanti..

gli impianti devono essere progettati e realizzati utilizzando fonti di energia rinnovabile con obbligo di copertura del 50% dei consumi previsti per Acqua Calda Sanitaria.
 
Contemporaneamente dovrà essere rispettato il contributo da fonti rinnovabili per sopperire il consumo energetico di riscaldamento e raffrescamento con le seguenti percentuali e scadenze temporali:

 
 - il 20% quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013;
- il 35% quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016;
- il 50% quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è rilasciato dal 1° gennaio 2017.
 
Le percentuali sono da incrementare del 10% per gli edifici pubblici.
 
La normativa inoltre impone:
- contenimento dei consumi elettrici degli impianti
- installazione dei pannelli solari aderenti alla falda o integrati nel tetto.
 
La non fattibilità delle diverse opzioni tecnologiche disponibili induce al rispetto di un indice di prestazione energetica più restrittivo rispetto alla normativa corrente.